Skip to content

L’uomo col toscano

   

IO RACCONTO 2010, storie di nuovi talenti
Premio internazionale di narrativa e fotografia

Il volume pubblicato per l’edizione 2010 include anche il racconto L’uomo col toscano.

Prima edizione novembre 2010, AssoPiù Editore
Isbn 978-88-96893-09-8
Nota: il racconto è risultato fra i finalisti della sezione “Narrativa senior”
***
L’incipit del mio racconto
L’aria gelida di via Cavallotti lo afferra per il bavero e lo trascina di nuovo al bar. Rimane per un attimo con la maniglia in mano, sull’uscio, a strofinare le suole sullo zerbino. Alle sette, d’inverno, a Varese e’ gia’ notte. Meglio cosi’.

S’infila in tasca quel che resta del suo toscano fumato e raggiunge il bancone. Il solito, grazie. Ci sono vini di cui preferisce gli aromi al sapore e questo e’ uno di quelli. Riapre gli occhi e la scopre osservarlo, incuriosita, come tanti hanno gia’ fatto e molti altri ancora faranno. Il bicchiere sposta la bocca generosa e rotonda dal suo naso alle sue labbra. La ragazza gli sorride, si allenta appena la sciarpa e si presenta, lasciandosi servire quel che lui sta gia’ bevendo. Ha poco tempo e tante cose da fare, la casa e’ ancora sottosopra e questo nuovo contrattempo non gli serviva. L’arredamento andava bene cosi’, mai avrebbe dovuto farci mettere mano. Pazienza.

Quando i calici si toccano sono gia’ al tavolo. Lea gli racconta che viene da Milano, gli spiega quello che studia, il perche’ del suo nome, gli parla del tizio con cui si sarebbe dovuta incontrare proprio qui, delle menzogne che lui le ha raccontato fin dal primo giorno, gli confida che gli uomini sono tutti uguali, che a Varese fa piu’ freddo che a casa sua, come se a lui interessasse qualcosa delle sue banalita’. Ad ogni modo gli tocca darle ragione su tutto, anche se non gliene frega niente. In fondo, Lea gli fa tenerezza. E poi non ha tempo per fare altro. Sorride, annuisce, sorseggia. Altri due Chablis, grazie. Annuisce, sorseggia, continua a sorridere. Stasera non ha tempo, insiste a ripeterselo mentre pensa di nuovo a tutto quello che ha ancora da fare. Ancora due, grazie. (Continua…)

Attenzione: da questo racconto è stato tratto un cortometraggio cinematografico (produzione ConForma, Italy) le cui riprese hanno avuto luogo in Varese e provincia fra novembre ’09 e febbraio ’10.

Anche per questo motivo, la versione completa è stata rimossa dal sito.

L’uscita del cortometraggio è avvenuta il 22/11/2010.

Pubblicato anche
– sul bimestrale “Terre Verdiane” (marzo 2009)
– sul mensile “La vetrina da leggere” (giugno 2008)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: