Vai al contenuto

Nessuna pietà per gli innocenti

Il commento dei lettori
I commenti della stampa
Garden Town, i luoghi del romanzo
Dove trovarlo

L’omicidio di un giudice in pensione, ucciso con un colpo di pistola alla nuca e mutilato, fa subito pensare alla vendetta di un balordo, ma quando una giovane commessa viene assassinata con identica ferocia, la tranquilla cittadina di Garden Town piomba nell’incubo.

Il protagonista, anche questa volta, è il cinico e determinato detective Tippit.

Firmato con lo pseudonimo di Vernon Francis Beagle
Prima edizione marzo 2008, ACar Edizioni
Isbn 978-88-89079-62-1
Foto in copertina di Giacomo Vanetti 

***

Dalla prefazione di Andrea Villani 

Senza troppi arzigogoli inutili e nocivi, Franchini va dritto al punto con una tecnica decisa e precisa, frutto di capacità intuitiva e talento innato.

Incisivo e provocatorio.

***

La dedica

Grazie Senatore,
per i preziosi consigli,
la pungente ironia
e per la sincera amicizia.
Senza colore, eppure mai sbiadita.

(Sen. Gaetano Modesto Merzario, 1930-1996)

***

L’incipit

Guardai l’orologio.
Ancora quattro minuti e Stout e la Creed sarebbero venuti a darci il cambio.
Questo, almeno, era quello che prevedeva il programma. Dopo di loro, la guardia l’avrebbero montata Steeling e Cunningham, i gemelli del distretto.
Uno alto e biondo, l’altro basso e di colore.
In ufficio, facile intuirlo, ci siamo sempre divertiti con poco.
Mi feci scrocchiare il collo e, per un istante, uno solo, mi sentii meglio.
Niente più caffé nel thermos, ciambelle finite, dei quattro tramezzini che ci aveva preparato la moglie di Corky non restava che qualche briciola e mezza foglia di lattuga.

***

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: